La vostra stanza da letto è salubre ?

Nel corso degli anni, disturbi quali cefalea, eruzioni cutanee, nausea, letargia, depressione, stress e affaticamento sono stati attribuiti alla “sindrome da edificio malsano”, la salute dei lavoratori

negli stabili moderni è minata da fattori quali illuminazione artificiale, elettricità statica derivante da tessuti e mobilio in materiale sintetico, radiazioni elettromagnetiche e bassa frequenza

provenienti da macchinari elettrici e particelle sospese nell’aria. L’aria condizionata e l’impossibilità di aprire le finestre impoveriscono ulteriormente l’atmosfera di ioni negativi.

Delle “camere da letto malsane”, invece, non sentiamo parlare sovente, ma alcuni dei fattori sopra indicati possono interessare anche la propria abitazione privata, soprattutto se si è

pericolosamente sensibili. Anche se è assai improbabile che la stanza in cui si dorma sia stipata di computer, l’uso di fibre sintetiche nella fabbricazione di mobili, biancheria da letto, pigiami e

camicie da notte è in continua crescita, mentre gas nocivi possono sprigionarsi da materiali isolanti, vernici, colle e sostanze viniliche. Sono anche sempre più numerose le del fatto che i tralicci

dell’alta tensione influiscono sulla salute di chi abita nelle vicinanze.

Perciò, per arredare la vostra camera, per le lenzuola e i pigiami, scegliete fibre naturali. E togliete il televisore. Anche se si dice che un singolo elettrodomestico rilasci una quantità di radiazioni

non dannosa, siamo così continuamente esposti a un livello sempre più elevato di radiazioni di ogni tipo, provenienti da fonti più varie, che alla fine l’accumulo ottenuto potrebbe creare dei

problemi. È anche meglio non usare la coperta elettrica; se lo fate, spegnetela e staccate la spina prima di andare a letto.

Tratto da : LE 10 REGOLE PER DORMIRE BENE di Anthea Courtenay Ed. Armenia